Le Olimpiadi sono dal 1896 uno degli eventi sportivi di maggiore rilievo internazionale.

Come è noto, i Giochi sono stati rilanciati in epoca moderna da Pierre de Coubertin, nobile francese che voleva far rivivere lo spirito degli antichi giochi sacri celebrati in onore di Zeus a Olimpia. Per sottolineare l’insieme di valori su cui le Olimpiadi si fondavano – la sana competizione leale, la solidarietà, la fratellanza, la pace e la diversità – venne commissionato a due artisti greci un inno da suonare in apertura: la musica è di Spyron Samaras su queste parole del poeta Kostis Palamàs, qui nella traduzione inglese:

Immortal Spirit of antiquity,

Father of the true, beautiful, and good, 

Descend, appear, shed over us Thy light 

Upon this ground and under this sky.

Which has first witnessed Thy imperishable fame. 

Give life and animation to those noble games!

Throw wreaths of fadeless flowers to the victors 

In the race and in strife!

Create in our breasts, hearts of steel! 

Shine in a roseate hue and form a vast temple 

To which all nations throng to adore Thee, 

O immortal Spirit of antiquity.

Suonato in ogni cerimonia durante il rito di apertura quando viene innalzata la bandiera olimpica e durante il rito di chiusura quando la bandiera viene ammainata, oggi l’Inno di Samaras è uno dei simboli per eccellenza delle Olimpiadi insieme alla bandiera con i cinque cerchi e al fuoco di Olympia.

Per rivivere l’emozione del momento, potete ascoltare il celebre motivo al link https://www.melodicamente.com/rio2016-musica-binomio-emozionante/